DANCEFLOOR STOMPERS

rhythm'n'blues | soul jazz

DANCEFLOOR STOMPERS è un progetto musicale dedicato al suono delle grande musica per il cinema e la televisione, la library music e il soul jazz / rhythm’n’blues dei ’60/’70.
Modernismo cinematico dal 2009.

BIOGRAFIA

I Dancefloor Stompers nascono tra Cagliari e San Sperate nel dicembre del 2009 quando Gianmarco Diana (già bassista dei Sikitikis), ossessionato dall’idea di formare una band “organ driven”, incontra Andrea Schirru e Giacomo Salis (rispettivamente tastierista e batterista dei Chemical Marriage). Nonostante tutti e tre i musicisti provengano da ambiti musicali ed artistici totalmente aperti alla contaminazione, si decide di offrire un vero e proprio “tributo ad uno Stile”.

L’idea è quella di celebrare l’era di etichette come la Blue Note, la Verve, la Volt-Stax o la Cadet, l’avvento dei clubs, la prima metà degli anni ’60 nei quali il “modern jazz” si fece sempre più “soul”, ballabile, sincopato, guidato – in tante occasioni – da una sapiente miscela di organo Hammond, sezione ritmica e fiati.

Dopo i primi anni in trio, nel febbraio del 2012 Marco Garau (anch’egli proveniente dai Chemical Marriage) si unisce alla band come chitarrista: la formazione in quartetto – à la Booker T. & The MG’s – gioca con i combo di “soul jazz”, col “surf” strumentale e con lo “shake” italiano da vecchia colonna sonora.

Nella primavera del 2013 la band ritorna alla formazione in trio e comincia a lavorare in sala prove con la cantante Valentina Steri (aka Sista Namely), nome caldo della scena reggae/dance hall isolana (Isla Sound System).

A Novembre del 2013 il chitarrista Carlo Figus (personaggio noto della scena Sixties oriented cagliaritana) entra in formazione, portando con se tutto il suo bagaglio Beat ed il suo suono Fender surf/fuzz tone, ma i cambi di formazione si susseguono e nel Febbraio del 2014 Giacomo Salis – batterista e membro fondatore – decide di abbandonare il progetto e viene sostituito da Francesco “Frank” Stara, giovane percussionista, molto attivo nella scena musicale cittadina.

Con la nuova formazione la band partecipa all’edizione 2014 del festival cagliaritano “Marina Cafe Noir” con il reading “Sarti Antonio.. Buon compleanno, sbirro!”, tratto dai libri di Loriano Machiavelli e con la voce recitante di Giuseppe Boy; Valentina Steri abbandona il progetto alla fine del 2014.

La nuova formazione – totalmente strumentale – si dedica alla composizione ed esecuzione di brani originali in stile soundtrack (colonna sonora), oltre che a un nuovo repertorio di cover soul jazz.
A Gennaio del 2015 la band porta sui palchi del Teatro di Serrenti lo spettacolo “Città Violente – Tributo al Cinema Criminale Italiano”, dividendo il set con gli Apollo Beat di Sassari.

Nell’estate del 2015, Danilo Salis (musicista proveniente dall’area storica del punk rock isolano) sostituisce Carlo Figus alla chitarra; seguono una serie di concerti in club, rassegne e festival in tutta la Sardegna, compresa la partecipazione all’evento Fashion Couture “Extrò Discovery Sardinia” a Cagliari.

Nel dicembre dello stesso anno la band incide in studio – con Andrea Piras e Roberto Macis – lo stesso team che ha prodotto l’esordio discografico della band – il brano “Mission: Possible”, composto per la colonna sonora del cortometraggio “Civitas Solis”, scritto e diretto da Emanuel Cossu e prodotto da Karel Film & Video Production e Sardegna Film Commission.

La band prosegue l’attività di composizione ed arrangiamento dei brani che andranno a formare il primo album, ma si concede una nuova partecipazione al festival “Marina Cafe Noir”, edizione 2016, con il reading “On the brinks (Un irriducibile Irlandese)”, tratto dal romanzo di Sam Millar, con la voce recitante di Felice Montervino.

Anche il 2017 è all’insegna del lavoro in studio: la band registra più di 20 brani di propria composizione tra Calasetta e Cagliari, coinvolgendo diversi musicisti e session men, compresa un’orchestra d’archi (grazie alla collaborazione dei Maestri e degli allievi del Conservatorio di Cagliari).

All’inizio del 2018 il catalogo musicale degli Stompers è acquisito dalla Flipper Music, storico marchio editoriale italiano fondato da Romano Di Bari, confluendo nella raccolta “Italian B-Movies Vol. 2 – Retro Cinematic Soundtrack” (Deneb Records- Flipper Music Edizioni), disponibile on line per il download e la sincronizzazione con immagini.

Prevista invece per Dicembre l’uscita dell’album (vinile 180 grammi, edizione numerata e limitata) “Librerie Musicali”, prodotto da Solid Twin Music, stampato dall’etichetta romana Four Flies Records, con la grafica e il layout originale di Inkline (Andrea Cara).

 

FORMAZIONE
Gianmarco Diana: basso elettrico, chitarra 12 corde, fischio
Frank Stara: batteria, percussioni
Andrea Schirru: organo, pianoforte, synth, tastiere
Danilo Salis: chitarre elettriche